FUOCO E FURIA DENTRO LA CASA BIANCA DI TRUMP

RECENSIONE
Michael Wolf
FUOCO E FURIA DENTRO LA CASA BIANCA DI TRUMP
PAGG. 360
2018 RIZZOLI
COSTO 22 EURO
Ciò che avviene dentro la Casa Bianca di Trump in un libro di Micael Wolf

Nel libro di Michael wolf “Fuoco e Furia dentro la Casa Bianca di Trump vengono descritti gli eventi inerenti diciotto mesi di conversazioni intrattenute con il presidente, gran parte del suo entourage, che in alcuni casi ha intervistato decine di volte, e molte delle persone con cui loro stessi si consultano. La prima risale a molto prima che si potesse immaginare Trump alla Casa Bianca. Alla fine del maggio 2016, l’allora candidato alle presidenziali ha parlato con l’autore di questo libro di argomenti disparati, chiacchierando a ruota libera mentre i suoi assistenti, Hope Hicks, Corey Lewandowski e Jared Kushner, entravano e uscivano dalla stanza. In seguito ha continuato a incontrare e intervistare i membri dello staff della sua campagna elettorale, fino e oltre la convention repubblicana a Cleveland, quando ancora l’ipotesi di un’elezione di Trump sembrava assurda. Dopodiché c’è stato il trasferimento nella Trump Tower dell’intera squadra, capitanata dal loquace Steve Bannon: l’uomo che prima delle elezioni sembrava una macchietta e, dopo la vittoria, è stato considerato come colui che ha reso possibile il miracolo. Poco dopo il 20 gennaio, l’autore si è praticamente accampato su un divano della West Wing.
Se da un lato l’amministrazione Trump ha fatto dell’ostilità alla stampa una vera e propria piattaforma politica, dall’altro si è dimostrata più aperta con i reporter di qualsiasi amministrazione nella storia recente. All’inizio il suo obiettivo era diventare una presenza formalmente accettata alla Casa Bianca, acquisire una sorta di status da “mosca sul muro”. Il presidente stesso si era dichiarato d’accordo. Al tempo stesso nessuno sembrava autorizzato a mandare via l’intervistatore. Così è diventato più un intruso fisso che un ospite indesiderato, una presenza davvero molto simile a quella di una mosca sul muro, e senza mai accettare regole né fare promesse su ciò che sarebbe stato scritto oppure no. Molti resoconti di ciò che è accaduto nella Casa Bianca di Trump sono contraddittori, e parecchi, nello stile del presidente, spudoratamente falsi. Queste contraddizioni, e la loro disinvoltura nei confronti della verità, per non dire della realtà stessa, sono un tema basilare di questo testo. A volte Wolf si è limitato a riportare la versione dei fatti resa dai protagonisti, lasciando al lettore la facoltà di giudicare. In altri casi ha raccontato ciò che riteneva vero in base alla coerenza dei resoconti e alla testimonianza di chi si era dimostrato affidabile.
Questo presidente si è dimostrato vulcanico sin da quando si è candidato per le presidenziali negli USA e il suo temperamento irruente e non ci stupisce se l’autore del libro abbia scelto come titolo “Ferro e fuoco dentro la Casa Bianca” un libro scritto con un linguaggio chiaro e lineare e che ci fa capire la vera natura di D. Trump.

Biagio Gugliotta

 

CHI NON RISPETTA LE REGOLE

RECENSIONE
SERGIO CESAROTTO
CHI NON RISPETTA LE REGOLE
PAGG 130
2018 IMPRIMATUR
COSTO14 EURO

Il malfunzionamento dell’euro in un libro di Sergio Cesarotto

Il libro Sergio Cesarotto “Chi non rispetta le regole” di 130 pagine, edito da Imprimatur editore, ed acquistabile al prezzo di 14 euro, mette in rilievo il fatto che l’euro non funzioni ma sul che fare? Non c’è consenso.
Vi sono fondamentalmente due posizioni a parte quella più radicale di abbandonare l’unione monetaria.
La prima posizione la possiamo definire franco-keynesiana, sostiene che vi sia un problema di completamento delle istituzioni della moneta unica, nel senso della necessità di messa in comune di ambedue i pilastri della politica economica, politica, monetaria.
La creazione dell’Unione monetaria europea è stata un grave azzardo che alcuni Paesi stanno pagando, mentre altri se ne sono avvantaggiati.
Il problema sono le regole del gioco e nei trattati ed addirittura nella Costituzione Europea ne sono state inscritte regole mutuate dalle versioni più estremistiche dall’analisi economica dominante ed incompatibili con i ben noti principi di sopravvivenza di un’unità monetaria.
Pertanto il futuro presenta incertezze di rilievo per la già fragile ripresa italiana come la fine del Quantitative Eserge, l’aumento dei tassi di interesse, la possibilità che la BCE si disfi dei titoli di Stato acquistabili in questi anni, l’apprezzamento dell’Euro e le incognite del commercio internazionale scisso da tensioni geopolitiche e geoeconomiche.
Per quanto riguarda l’Italia, la sua fragilità si traduce nella fragilità dell’intera Eurozona, che necessita di riforme che non consistono di rigidità in modo da incrementare l’instabilità.
La storia ci dirà se a fronte di un voto italiano a riforme controproducenti, la Germania addiverrà ad una serie di riforme che vadano verso una govenrance Keynesiana dell’area euro, in rinnovato clima di fiducia reciproca.

Silvia Celentano e Alessandro Antonietti TRAINING METACOGNITIVO PER LA DISABILITÀ INTELLETTIVA Potenziare la comprensione e l’autoregolazione nei contesti quotidiani

Silvia Celentano e Alessandro Antonietti
TRAINING METACOGNITIVO PER LA DISABILITÀ INTELLETTIVA Potenziare la comprensione e l’autoregolazione nei contesti quotidiani

PAGG. 100 +26 Tavole illustrate
2018 ERICSON
COSTO 20,70 EURO

Vi sono molti bambini affetti da disabilità intellettive che compromettono le loro performances e questo libro consistente di una parte prettamente teorica e l’altra pratica consente di ridurre questo handicap

Il libro di Silvia Celentano ed Alessandro Antonietti, di 100 pagine e 26 tavole illustrate, edito da Erickson, ed acquistabile al prezzo di 20,70 euro, mette in rilievo che il training riabilitativo per fanciulli con alcune disabilità, presentato in questo volume, è stato elaborato con l’intento di supportare e potenziare la capacità di comprensione delle situazioni quotidiane attraverso un approccio metacognitivo, ossia invitando a leggere e affrontare gli eventi con consapevolezza e autocontrollo. Nello specifico, il training si rivolge a soggetti di età compresa fra i 10 e i 16 anni con disabilità intellettiva, con particolare attenzione a quella di grado lieve o al funzionamento intellettivo limite (due condizioni non sufficientemente considerate all’interno del panorama di strumenti operativi esistenti); tuttavia esso può risultare utile anche a persone che non presentano deficit cognitivi ma vogliono migliorare le loro competenze metacognitive relative alla realtà di tutti i giorni, oppure a chi ha disturbi intellettivi di natura più severa e necessita di un maggior sostegno nell’apprendere come programmare le azioni quotidiane. Poiché l’ambiente ci propone di continuo una serie di compiti ed eventi vari ed eterogenei, non sarebbe possibile in questa sede prenderli tutti in considerazione; perciò abbiamo scelto di soffermarci su alcuni aspetti specifici, comuni a differenti situazioni. Infatti ci capita spesso di dover: ordinare gli eventi in maniera sensata; scoprire l’evento che lega una causa a un effetto; comprendere una situazione dal punto di vista dell’altro; trovare la soluzione a un problema; analizzare gli antecedenti di un problema; scegliere la soluzione più adatta fra una abituale e una insolita. Tra gli esercizi proposti vi sono quelli inerenti il Training metacognitivo per la disabilità intellettiva Sono queste le situazioni prese in esame nel training qui proposto. Il volume è stato strutturato di modo da offrire al lettore: una parte teorica, volta a esporre i principali riferimenti alla letteratura esistente riguardo ai temi della disabilità intellettiva e della metacognizione; una guida per l’operatore, finalizzata a spiegare alla figura adulta che andrà ad applicarlo le modalità di presentazione del training; le tabelle di raccolta dati, predisposte per riportare le risposte fornite dal soggetto e per effettuare la valutazione finale relativa alle abilità su cui verte ciascuna scheda. In allegato sono presenti 26 tavole a colori, con testo e illustrazioni, da mostrare al soggetto durante l’applicazione del training. Le situazioni sono proposte come indagini da risolvere con l’aiuto di un simpatico «detective», pronto a intervenire con domande che facilitano il ragionamento metacognitivo. L’obiettivo del training è quello di stimolare lo sviluppo di abilità metacognitive di base e avanzate coinvolte nella comprensione della realtà. Confidiamo infatti che l’allenamento costante delle capacità qui considerate consenta di far fronte alle sfide della vita quotidiana con maggiore: consapevolezza degli eventi esterni; autoregolazione degli stati mentali

Biagio Gugliotta

La catena che congiunge l’uomo al cielo

PAOLINA NUCIFORA

LA CATENA
CHE CONGIUNGE
L’UOMO AL CIELO
PAGG. 104
2015 KIMERIK
COSTO 12,80 EURO

Noi siamo legati a Dio sia per la sua paternità sia per averci inviato suo figlio a salvare l’umanità dal peccato originale distruggendo la morte e ridandoci vita mediante la sua morte e resurrezione.

Nel libro “La catena che congiunge l’uomo al cielo” di 104 pagine, edito nel 2015 da Kimerik che raccoglie una serie di riflessiomi su Dio ed il nostro grado di fedeltà, ma ancora attuale per quanto viene affermato, Paolina Nucifora mette in rilievo che Dio manda il suo figlio sulla terra per sacrificarlo per gli uomini ed ha pagato un riscatto per redimerci e salvarci.
Quando ci troviamo in condizioni di disagio come nel caso di una malattia o ad una delusione per un desiderio non esaudito, allora dobbiamo essere forti e accrescere la fede in Dio che ci pone a delle prove per vedere se continuiamo ad avere fede in lui malgrado il dispiacere.
Il legame tra noi e Dio lo abbiamo quando lo preghiamo sia in chiesa sia a casa, recitiamo il rosario (ed a tal fine l’autrice ne parla usando un linguaggio chiaro e lineare).
Purtroppo vi sono persone che perdono la fede quando hanno una disgrazia e si allontanano da Dio ed invece dovremmo imitare Gesù che ha dovuto subire le angherie dei malfattori quale prezzo per la vita eterna.
La Chiesa ci propone diverse preghiere, come le orazioni di Santa Brigida o le preghiere a Gesù Crocifisso” recitate il venerdì santo per la liberazione delle anime del purgatorio.
Per concludere possiamo affermare che il libro è interessante per quanto viene affermato per una crescita della fede nel Signore.
Biagio Gugliotta